Banche

La banca in Israele (molto diversa dalle banche di altri paesi)

di Tzvi Szajnbrum, avvocato e notaio – In: http://voleh.org/banking-in-israel/#

Il rapporto con il Responsabile della Banca e il Direttore
Come nuovo aspetto, è necessario capire che la tua relazione con il gestore e gli impiegati in una banca può influenzare tutto, dalle tasse alla linea di credito.

Tecnologia
Il sistema bancario israeliano è molto moderno. Utilizza tutta la tecnologia aggiornata disponibile, tra cui: macchine ATM, internet, e-mail, fax, ecc. Mentre tutta questa tecnologia è lì per rendere “la tua vita più facile”, non rallegrarti troppo. Come in molte cose in Israele, non esiste una tecnologia senza la burocrazia.

Purtroppo, ogni banca fa le cose in modo diverso dalle altre: le regole e le pratiche cambiano frequentemente. Per le ultime informazioni è necessario affrontare ogni banca specifica e scoprire i vari servizi che offrono, e i costi di ciascuno di essi.

Carte di credito
La carta di credito è uno strumento molto importante e molto flessibile. Nella società elettronica di oggi è molto difficile vivere senza carta di credito! È molto importante capire che in Israele tutti i movimenti delle carte di credito vengono addebitati automaticamente sul nostro conto corrente. (n.d.t. – Consigliamo all’Olè l’addebito ricorrente sulla carta (horaat keva) di tutti gli adempimenti fissi, dal Bituah Leumì alla Kupat Holim, ecc. per non dimenticare le scedenze e anche per risparmiare le spese bancarie qualora invece lo si faccia col bonifico o un SEPA dal proprio conto corrente).

Qualunque cosa tu acquisti, viene automaticamente addebitato sul tuo conto alla data di fatturazione dell’acquisto del mese. Alcune carte di credito offrono l’opzione di acquistare su “credito”, il che significa che un determinato importo parziale della somma totale dovuta, viene addebitata sul tuo conto corrente ogni mese. La società di carte di credito non ti dà questa opzione per generosità: ti farà pagare l’interesse per questa opzione e talvolta anche un costo supplementare. (Dunque fai attenzione quando alla cassa il cassiere ti chiede con un sorriso: quante rate vuoi? Evita se non è indispensabile!).

In Israele se salti un pagamento, poiché la carta è collegata al tuo conto corrente, la società della carta di credito se non riceve il pagamento può tranquillamente riscuotere il denaro dovuto.

Tieni presente che la frode con carta di credito esiste anche in Israele. Tieni sempre la tua carta di credito con te e non lasciare mai che qualcun altro la usi. Se paghi al ristorante o in un locale pubblico, segui la carta, vai tu alla cassa. Non tenere mai il numero PIN assieme alla carta di credito.

Mentre le carte di credito sono assicurate per perdita e furto, assicurati di essere a conoscenza delle condizioni di assicurazione per la carta di credito specifica che possiedi. Nella maggior parte dei casi, troverai che l’assicurazione sulla carta di credito non copre il 100%. È inoltre importante tenere a portata di mano le informazioni di contatto e di ciò che devi fare e a chi devi segnalare una perdita o un furto.

Come funzionano le carte di credito israeliane
In Israele, il credito è concesso principalmente dalla banca e non da una società di carte di credito, anche se esistono numerose società di carte di credito private che offrono carte di credito al consumo come Paz, Home Center, SuperPharm, ShuferSal, Rami Levi ecc.

Per ottenere uno sconto sugli articoli acquistati con questa carta, è importante che tu sappia che anche loro addebitano una quota annuale elevata per la gestione di tali carte – circa 120 shekel all’anno (di solito ti diranno il costo mensile perché sembri molto meno). Tuttavia, a differenza di altri paesi in cui vi sono quote fisse, in Israele è possibile negoziare il tuo costo personale per la carta di credito a seconda di quanti soldi spendi utilizzando la tua carta. Più si spende – più probabilmente la banca deve ribassare la quota!

Il saldo totale della carta di credito sarà automaticamente ritirato dal tuo conto corrente alla data prescelta (ad esempio, il primo del mese, il 10 del mese o il 15 del mese sono le scelte usuali). Dovresti scegliere la data più conveniente per te in base al momento in cui il tuo salario mensile viene depositato nel tuo conto,  assicurandoti di non andare in rosso (overdraft in Inglese) perché dovresti pagare interessi su qualsiasi “scoperto” (il tuo “scoperto” è la differenza negativa, chiamata  “minus”, fra la somma totale di denaro che hai speso dal tuo conto, e l’importo effettivo a saldo che hai sul tuo conto in un momento specifico.)

Riceverai un estratto conto mensile postale dalla società della carta di credito per gli acquisti effettuati il ​​mese precedente. La maggior parte delle aziende fornisce accesso a Internet anche al tuo conto.

Il tuo credito (quale sia il credito a cui hai diritto) potrebbe essere un importo diverso a seconda dei parametri, come il salario, il risparmio bancario, i titoli acquistati in banca, ecc.

Tieni sempre conto dei tuoi acquisti e controlla gli estratti conto. Saresti sorpreso della quantità di errori commessi dalle società di carte di credito (o dai supermercati).

Assegni – blocco, annullamento, ristorno
Sebbene bloccare un assegno o annullarlo sia una pratica standard in molti paesi, in Israele l’annullamento o il blocco di un assegno sono considerati una violazione della legge! (Sono molte le leggi implicate in questo caso e stiamo solo considerando gli aspetti generali dell’argomento) E a volte un assegno annullato può essere considerato anche ristornato! Ricordatelo. Per ulteriori informazioni legali su tali casi, rivolgersi ad un avvocato.

In Italia siamo abituati ad annullare un assegno se non vogliamo che il venditore riceva il denaro. Ma è molto diverso in Israele.

Le banche possono anche ristornare o annullare un assegno per molte ragioni e non solo per mancanza di fondi. Altri motivi includono la data sbagliata, le girate e le cancellazioni, una discrepanza tra l’importo numerico scritto e l’importo scritto in lettere, ecc. Nota che quando un assegno viene respinto, ti verrà addebitato un costo!! E questa penale non è solo di un paio di shekel, ma di molte decine di shekel (questo differisce tra le banche).
Negli ultimi anni sono state adottate nuove leggi per proteggere la clientela e ora c’è un limite a quanti assegni è permesso di respingere per mese / anno. Se la banca ne respinge troppi, tutte le tue autorizzazioni possono essere sospese insieme ad altri diritti bancari come il diritto di mantenere una carta di credito. Saranno tutti cancellati. Si consiglia vivamete di contattare la banca per le sue specifiche regolamentazioni.

Scoperto
Nel sistema bancario israeliano è possibile avere un saldo negativo (scoperto o overdraft), ma l’interesse che si paga per questo “prestito” è molto elevato. E maggiore è la somma che si trova al saldo negativo (overdraft), maggiore sarà il tasso di interesse. Vi è una legge che vieta ai depositanti di avere un saldo negativo che superi la loro “linea di credito” stabilita dalla banca, ma nelle nostre banche esiste una grande flessibilità.

Il divieto contro il riciclaggio di denaro
Lo scopo principale della legge è quello di consentire alle autorità di individuare denaro proveniente da attività criminali (evasione, riciclaggio, autoriciclaggio). Di seguito sono alcuni dei diversi aspetti di questa legge:
• Le informazioni sul tuo conto possono essere trasferite alle autorità nazionali e internazionali fra le quali l’Italia.
• La banca non è tenuta a notificare l’identità dei clienti all’invio di tali rapporti alle autorità.
• Questa legge contraddice il principio della riservatezza e del segreto bancario.
• Le banche sono ora obbligate a ricevere un elenco di dati identificativi da parte dei clienti.
• A seconda delle dimensioni della transazione, la banca automaticamente comunicherà le grandi transazioni al Ministero della Giustizia.
• I trasferimenti bancari di oltre 200.000 shekel sono sempre segnalati alla Banca centrale israeliana.
• Sono segnalate anche operazioni “insolite” o sospette e versamenti in contanti superiori a 10.000 shekel.

Consigli generali
Conservare tutte la documentazione bancaria. Per legge dovresti averla disponibile per sette anni. In futuro, potrebbe esserti necessaria ed è molto costoso ottenere copie dalla banca. Si prega di notare che le nuove leggi richiedono alle banche di inviare resoconti più chiari ai clienti e si può essere inondati con rapporti cartacei.
È possibile scrivere un assegno in ebraico o in inglese e la data può essere dal calendario ebraico o gregoriano. Utilizza la lingua con cui sei più a tuo agio.
• Prima di programmare l’accesso alla banca, è consigliabile controllare l’orario di lavoro – che cambia e varia da ufficio a ufficio.
• In Israele un assegno post-datato può essere depositato prima della data dell’incasso.
• Se l’assegno ritorna, la penalità è alta (tasse elevate).
• Hai diritto a leggere qualsiasi documento prima della firma – Meglio mantenere una copia per te stesso.
Ricorda! Gli assegni costano denaro, le carte di credito costano denaro, ogni “riga” di scrittura del tuo conto oltre un certo numero di operazioni gratuite mensili (9 o 10 di solito) costa denaro. Le banche israeliane addebitano ogni transazione. Ad esempio, depositi e ritiri allo sportello automatico (bancomat) ecc., su tutto ciò che fai tu e anche su quello che loro fanno senza mettertene a conoscenza.
Una volta che hai un conto in una banca israeliana – speriamo che tu abbia sempre un bilancio positivo!


Dalla Redazione

Legge sul Sistema di passaggio da una banca ad un’altra (5/3/2018)

Quando un cliente decide di trasferire il proprio conto dalla banca attuale ad un’altra, la banca cedente deve trasferire il cliente alla sua nuova banca entro sette giorni lavorativi. La banca che non soddisfa la scadenza pagherà una multa di NIS 50.000 per ogni conto-cliente non trasferito in tempo. Questa sanzione diventerà efficace un anno dopo l’avvio del sistema.