Avviato a Netanya il corso di Ulpan serale per 48 Olim Italiani

Saluti agli studenti del nuovo corso di Ulpan per Olim Italiani

Il primo requisito per un effettivo inserimento sociale e lavorativo in Israele è comunicare in Ebraico e padroneggiare almeno le basi della lingua; solo dopo questo passo, diventano significative tutte le altre conoscenze.

Così ha preso avvio ieri, dopo alcuni mesi di preparazione, nuovo corso di Ulpan serale destinato a 48 olim Italiani di Netanya, con una classe di livello Aleph, alla quale prendono parte ben 31 connazionali, ed una di livello Bet, che vedrà l’avvio tra un paio di settimane, con 17 iscritti.

Si tratta di una nuova opportunità per questi olim di studiare l’ebraico all’Ulpan, fondamentale per completare quel processo di integrazione che è risultato problematico. Questo deficit infatti li ha ristretti verso attività marginali e inferiori alle loro effettive potenzialità.

All’avvio del corso erano presenti Alberto Corcos, presidente dell’Irgun e Dario Di Cori vicepresidente, i quali hanno rivolto gli auguri di tutto il Consiglio ai novelli studenti e ringraziato la direzione dell’ Ulpan e il Sig. Assulin, Direttore del Misrad HaKlità di Natania, per la sensibilità dimostrata. Così l’Irgun si augura di poter replicare l’esperienza anche in altre città, quando si raggiungerà un numero sufficiente di studenti e poter nuovamente coinvolgere le istituzioni.

Il nuovo Consiglio dell’Irgun Olei Italia ha dunque avviato questa campagna di alfabetizzazione di Ebraico, mirata agli Olim hadashim dall’Italia che non avevano avuto modo di seguire l’Ulpan al momento del loro arrivo ed a coloro che, pur avendone usufruito per tempo, hanno avuto il desiderio di ripetere l’esperienza.

La situazione particolare di molti connazionali che, non solo a Netanya, ma anche in altre grandi città del Paese, hanno iniziato subito a lavorare con orari incompatibili con quelli degli ulpan standard, ha finito per confinarli con altri Italiani nel tempo libero. Ciò ha dunque richiesto una particolare attenzione da parte del Misrad HaKlita su sollecitazione del Irgun ed in particolar modo di Dario di Cori, in veste tanto di vicepresidente del Irgun, quanto di presidente della Kehillah italiana di Netanya. Il risultato è eccezionale poiché questo nuovo corso va oltre il monte ore di studio normalmente concesso agli olim.